L’Alba della Calabria ha il colore rossoblu


Le parole non servono più. Non servono neppure più le immagini della partita per raccontare quello che accade in campo. Lo spettacolo più grande è sugli spalti. La promozione non è aritmetica ma i crotonesi – nipoti di Pitagora – sentono già la serie A ad un passo. O meglio ad un punto. Uno solo da fare contro il Modena o il Latina. Nel testa-coda con il Como del 23 aprile 2016, la capolista ha iniziato contratta, ma poi trascinata dai 10 mila dell’Ezio Scida ha vinto facile. E sugli spalti la festa iniziata prima della gara è diventata continua. Dai bambini ai nonni, dai papà alle mamme mai viste così tifosi come oggi. Signore che arrivano allo stadio in maglia celebrativa, vestite e truccate di rossoblu. Ci sono ragazzi che arrivano da tutta la Calabria. E vestono maglie rosso e blu. Colori che stanno conquistando le simpatie di tutta la Regione. Perché la vittoria del Crotone, così bella e meritata, sta diventando la vittoria della Calabria intera: “La notte è finita questa è l’alba… l’alba di un nuovo giorno”.