Crotone, si vince grazie al fattore A


Forse è proprio l’anno del Crotone. L’anno del fattore A.

Come Andrea, Ante ed Alessio, i nomi dei tre calciatori che hanno permesso ai rossoblù di vincere per 3-0 nella gara probabilmente peggiore giocata allo Scida. Con la lettera A inizia anche il nome di Cordaz: Alex è stato determinante in almeno tre occasioni prima che il Crotone iniziasse a fare il Crotone.

Battuta una Ternana che non meritava un punteggio così pesante, ma soprattutto conquistati tre punti che permettono ai ragazzi di mister Juric di restare da soli al secondo posto in classifica.

Il Crotone non è più quello aggressivi e fisicamente potente delle prime gare. La squadra ora – anche perché gli avversari cominciano a conoscerla – va in difficoltà se viene pressata. Sabato 21 novembre, la buona disposizione della Ternana e anche il vento contrario nel primo tempo, hanno messo in difficoltà Claiton e compagni che raramente sono riusciti ad uscire dalla loro metà campo. Palla portata troppo e pochi spazi di movimento non hanno permesso ai rossoblù di giocare come al solito anche per colpa di una Ternana attenta soprattutto nella mediana.

Con la solita difesa a tre – Yao-Claiton-Ferrari – ed il solito attacco a tre – Ricci-Budimir-Stoian – il Crotone presenta novità a centrocampo dove sulle fasce ci sono Balasa e Galli (esordio) e la coppia Capezzi-Barberis centrale. Primo tempo scialbo, con la Ternana più propositiva, ma mai pericolosa. Il Crotone non è pervenuto. L’unico spettacolo è sugli spalti con protagonisti i tifosi della Sud che intonano una ‘loro’ versione della Marsigliese per rendere omaggio ai morti in Francia dopo gli attentati di Parigi e sostenere, comunque, la loro squadra. Bello anche il ricordo del piccolo Lorenzo, un tifoso di 14 della Ternana morto per un brutto male.

La ripresa è altra musica. I rossoblù iniziano a spingere e mettono in affanno la difesa umbra costretta ad usare le maniere forti. Così Masi, al 12′ rimedia il secondo giallo per un fallo al limite su Ricci, mentre Maccariello al 20 si guadagna un rosso diretto per fallo da ultimo uomo in area su Budimir, l’attaccante però si fa parare il rigore da Mazzoni. Si gioca in 11 contro 9. Ed il Crotone – dopo la paura per un palo di Ceravolo – un minuto dopo l’errore dal dischetto inizia a dilagare: è Andrea Barberis a segnare con un tocco sotto la rete del vantaggio. Al 30 Ante Budimir fa 2-0 con un’azione da centravanti d’area. Il 2-0 permette a Juric di provare Palladino, arrivato da appena una settimana. Il pese dell’attaccante scuola Juventus si sente subito. Ed è proprio lui che al 1° minuto di recupero offre a Sabbione – entrato da 3 minuti per il suo esordio in rossoblù – la rete del 3-0.


 

TABELLINO

CROTONE 3

TERNANA 0

Reti: 66′ Barberis, 75′ Budimir, 91′ Sabbione.

CROTONE: Cordaz, Yao, Claiton, Ferrari; Balasa, Capezzi (88′ Sabbione), Barberis, Galli (76′ Palladino), Ricci, Budimir (82′ Torromino), Stoian. A disp: Festa, Cremonesi, Zampano, Martella, Paro, De Giorgio. All. Juric

TERNANA: Mazzoni; Gonzalez, Meccariello, Masi; Zanon, Busellato, Zampa (63′ Grossi), Falletti, Furlan; Ceravolo (76′ Signorelli), Gondo (67′ Janse). A disp: Sala, Dianda, Valjent, Palumbo, Belloni, Avenatti. All. Breda

Arbitro: Rapuano di Rimini

Ammoniti: Masi (T), Zanon (T), Budimir (C); Espulsi: 57′ Masi (T) per doppia ammonizione, 65′ Meccariello (T) per fallo da ultimo uomo. Note: al 66′ Mazzoni (L) respinge rigore calciato da Budimir (C); Spettatori: 5000.