Primavera di gennaio

Una bella giornata di sole a salutare la prima domenica del 2015. temperature fino a 18 gradi dopo il gelo di Capodanno. Sole, mare e gente a spasso in spiaggia e sul lungomare.

Una giornata davvero piacevole, di quella da stare a guardare cosa accade intorno e, naturalmente, fotografare. Papà con bambini che giocano, fidanzati che si ‘selfano’ (a me piace dire fanno l’autoscatto), piccole vele che sfidano il mare in cerca di vento, ambulanti che provano a vendere i loro prodotti. Nell’aria c’è voglia di uscire, di incontrarsi. Di lasciare a casa facebook, twitter e le diavolerie virtuali che ci stanno condannando ad un isolamento condiviso.

Così è bello stare in giro a guardare le facce gioiose dei bambini che accarezzano un cucciolo, oppure quelle arrossate degli innamorati dopo un bacio. Ed anche il sorriso di una donna che passeggia col marito, quello del signore con i baffi alla Clouseau colorati di arancione, la cresta del ragazzo che ha in mano un casco (ma poi come lo mette’); fermarsi a vedere se quell’anziano che sale in barca su una passerella traballante riuscirà a non cadere in acqua. Una piccola primavera di gennaio che spazza via i brutti pensieri e sorride al nuovo anno come la statua di Rino Gaetano.  Ma attenti, la Befana porterà di nuovo il freddo.