#salviamocapocolonna serve l’aiuto di tutti

Sabato si va tutti a Capocolonna. Non per il pellegrinaggio religioso, ma per quello della cittadinanza attiva. Un pellegrinaggio per sentirsi cittadini, per riprendersi il diritto ad essere ascoltati da un sistema che pensa ai propri affari e penalizza il territorio e, di conseguenza, le popolazioni che ci vivono.

capocolonna9Sabato 17 gennaio deve avere un’unica parola d’ordine:  #SALVIAMOCAPOCOLONNA.

Parola che è anche il nome che si è dato il comitato spontaneo di cittadini che, da martedì, ininterrottamente, sta presidiando il sito archeologico di Capo Colonna, a Crotone. Una ventina di loro si apprestano a  trascorrere la quarta notte davanti il piazzale del santuario che la Soprintendenza vuole trasformare in un parcheggio per non avere troppi problemi a tutelare il sito archeologico che c’è sotto: un foto romano con un colonnato ad L.

Così, sabato 17 gennaio, dalle ore 14:00, fino al tramonto, è stata organizzata una manifestazione culturale che si svolgerà nell’area del parcheggio del Parco Archeologico. Con questa manifestazione il comitato #salviamocapocolonna, vuole far emergere l’anima della cultura crotonese e calabrese tutta.

Per questo – è l’appello ai cittadini di Crotone e provincia – chiunque sia animato da una vena artistica o, comunque sia amante dell’arte e della cultura calabrese è invitato a partecipare alla manifestazione, con il proprio bagaglio artistico, per condividere con tutti la nostra cultura che, non deve essere coperta ma mostrata a tutti. Pittori, musicisti, scultori, cantanti, ballerini, attori, giocolieri, artisti di strada, writers, freestylers, scrittori, fotografi, sportivi, inventori, ecc… siete tutti invitati a contribuire con la vostra arte alla manifestazione.

Le istituzioni – conclude la nota  – che finora hanno espresso opinioni e considerazioni – sono tutte invitate a rendersi conto di cosa spinge noi cittadini ad opporci a tali lavori, partecipando alla manifestazione”.