Sanremo, Affidato premia Carlo Conti col simbolo della sua Crotone


“Un riconoscimento che ho voluto fare a Carlo Conti per la sua professionalità consegnandogli il simbolo della storia antica della mia città a nome mio e a nome della mia amata Crotone”.
Con queste parole Michele Affidato si è espresso in occasione della consegna di una riproduzione in argento della Colonna di Capocolonna al presentatore del Festival della canzone italiana, Carlo Conti avvenuta nella giornata di sabato a poche ore dalla fine della kermesse canora.
“Nel mio piccolo con la mia arte – ha detto Affidato- cerco di promuovere i nostri luoghi che meritano tanta attenzione. Sanremo è una vetrina mediatica importante e consapevole di tutto questo ogni anno cerco di far conoscere le bellezze e la storia del nostro territorio”.
Il riconoscimento consegnato a Carlo Conti è la ciliegina sulla torta del grande successo che il maestro orafo Michele Affidato si è conquistato a Sanremo in occasione della 65ma edizione del festival durante la quale è stato chiamato per realizzare i premi per i più importanti eventi collaterali della kermesse canora premiando nomi illustri che hanno fatto la storia della musica italiana.
Affidato quest’anno ha esordito a Sanremo insieme ad Anna Falchi, già sua testimonial, che ha fatto da madrina della prima serata evento di Casa Sanremo. Insieme al patron di ‘Casa Sanremo’, Vincenzo Russolillo, ed al sindaco di Sanremo, l’orafo crotonese ha inaugurato il salotto del festival con il taglio del nastro.
Un rapporto quello di Affidato con Casa Sanremo che si protrae da tempo. Infatti, le opere di Michele Affidato sono state scelte anche per la seconda edizione del Premio speciale “Numeri 1 – Città di Sanremo” che dallo scorso anno viene assegnato a grandi protagonisti ed interpreti che, con la loro presenza hanno segnato i momenti salienti della storia della kermesse. Affidato ha realizzato “La Palma D’Argento”. Il premio è stato consegnato dall’assessore del comune di Sanremo Mario Menozzi e dallo stesso Michele Affidato ad Albano Carrisi, che ha dedicato il premio a Papa Francesco definendolo uomo di pace.
Sempre dalla creatività del maestro orafo Affidato sono nate le opere per la quinta edizione del premio “Dietro le Quinte” consegnate a Pino Donaggio, musicista e compositore, a Carlotta Tedeschi, caporedattrice di Radio Rai Due, a Michele Mondella, re degli uffici stampa della musica, ed infine ai direttori d’orchestra Pinuccio Pirazzoli e Vince Tempera.
Grande apprezzamento per l’arte di Affidato è stata espressa da tutti i premiati ed anche dalla cantante belga Lara Fabian, l’unica straniera in gara al Festival, alla quale il maestro orafo crotonese ha personalmente consegnato, insieme a Pinuccio Pirazzoli, il premio “L’Europa al Festival”,
Lara Fabian ed Albano Carrisi, insieme ad Anna Tatangelo, hanno poi ricevuto un altro premio realizzato da Michele Affidato per l’Afi, l’Associazione fonografici italiani, con cui l’orafo crotonese collabora già da diversi anni.
Infine, per concludere in bellezza, questa notte con un’opera del maestro Michele Affidato a Casa Sanremo sarà premiato l’artista vincitore della 65ma edizione del festival di Sanremo.